Crea sito

ATABS


Atabs

E' una delle prime associazioni amatoriali italiane, infatti, è stata fondata a Firenze nel 1985 con lo scopo di ricercare e progredire nell'arte del Bonsai e del Suiseki. Lorenzo Agnoletti, uno dei tre soci fondatori, era un ragazzo alle prime armi, che già evidenziava capacità non comuni che facevano presagire, come del resto poi è avvenuto, una sicura carriera professionale che lo ha portato a primeggiare non solo in Italia ma ormai anche in Europa.

Il cammino da allora ad oggi non è stato facile anche per la crescita notevole del numero degli iscritti che da una sparuta truppa sono diventati quasi un centinaio. Nelle varie mostre annuali dell'associazione i suiseki hanno sempre avuto una collocazione di rilievo, non come complemento del bonsai, ma come un'arte con una storia e una filosofia propria Quasi esclusivamente dedicata al suiseki è stata la sesta mostra tenutasi al Giardino dei Semplici dell'Orto Botanico dell'Università degli Studi di Firenze, grazie alla cortese collaborazione del Club Unici di Liguria. Luciana Garbini, Graziella e Sergio Malpeli, Mirella e Andrea Schenone hanno portato in mostra a Firenze i loro pregevoli suiseki ed hanno tenuto una conferenza per far conoscere ai visitatori la storia e la filosofia, come si trovano, come si puliscono e come vanno esposti. Un suiseki è stato donato dagli "Unici di Liguria" all'Orto Botanico ed è stato collocato nel Giardino dei Semplici.

Negli anni...

Per molto tempo l'A.T.A.B.S. è stata un punto di riferimento anche per gli altri club della Toscana con i quali ha instaurato un reciproco e proficuo rapporto di collaborazione, che ha visto il suo coronamento con la realizzazione a Firenze, nel giardino di Borgo Pinti il 21 e 22 settembre 1996 dell'annuale Mostra Regionale alla quale hanno aderito tutti e che ha avuto l'importante patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Firenze, del Comune di Firenze e del Consiglio di Quartiere 1. Prima di chiudere questa breve scheda di presentazione, si può fare riferimento alle prospettive e, perché no, anche ai sogni che accompagnano l'attività dell' A.T.A.B.S. Le prospettive sono legate all'evoluzione del rapporto con gli altri club, soprattutto toscani; vogliamo collaborare, scambiare esperienze, desideriamo che i soci si sentano maggiormente protagonisti dell'attività che viene svolta dall'associazione, in modo democratico e partecipativo, vogliamo fare crescere la cultura del bonsai allargando il consueto campo d'azione alla conoscenza, al rispetto della natura, alla filosofia e all'arte del bonsai e del suiseki. C'è un sogno che ormai non è più nel cassetto perché lo abbiamo svelato ai quattro venti ed è questo: vorremmo che il giardino di Borgo Pinti, che il Consiglio di Quartiere 1 del Comune di Firenze, ci aveva affidato con convenzione nel 1995, oppure un altro similare, diventasse in modo esclusivo il giardino Bonsai della città di Firenze. Modelli a cui fare riferimento esistono già e sono, tanto per fare alcuni esempi presenti a Firenze, il giardino dell'iris e il giardino delle rose. Per la nostra associazione sarebbe la realizzazione di un sogno, ma siamo convinti che una scelta in tal senso possa dare lustro a Firenze rinverdendo la sua migliore tradizione internazionale valutando anche che la nostra città: La città di Firenze. è gemellata con Nanchino e Kyoto.